20 febbraio 2019

Scappo a casa, di Enrico Lando. L'esordio solista di Aldo Baglio dal 21 marzo nei cinema

Per Michele (Aldo), quel che conta è apparire: far colpo sulle belle donne (solo per accumulare punti su un’applicazione di incontri), guidare macchine di lusso (non perché ne sia proprietario ma perché lavora come meccanico nella concessionaria che le vende) e curare maniacalmente il proprio aspetto esteriore e la propria energia psicofisica (anche con l’aiuto di un parrucchino e di qualche farmaco stimolatore). È quindi un assiduo frequentatore dei social network, che gli permettono di diffondere l’immagine desiderata ma irreale di sé. La sua vita superficiale lo rende solo, concentrato su se stesso e intollerante verso qualsiasi forma di diversità: è il classico italiano medio schiavo degli status symbol, che disprezza tutto ciò che non appartiene al suo (seppur falsificato) mondo.
Per Michele, se non sei un italianissimo maschio alfa abbronzato, con capelli foltissimi e fisico palestrato, se non frequenti donne bellissime e non hai un Rolex (anche finto) e una macchina di lusso, sei disprezzabile e da allontanare come la peste. Ma il destino ha in mente una vendetta diabolica e spassosissima: quando Michele andrà a Budapest per lavoro (e per rimorchiare su un bolide fiammante), sarà vittima di alcuni incidenti tragicomici da cui scaturiranno incontri bizzarri, avventure impreviste e fughe rocambolesche destinate a stravolgere la sua vita per sempre.
SCAPPO A CASA è una storia di incroci inaspettati e sentimenti fortissimi, raccontata attraverso la grande comicità e la stralunata delicatezza umoristica che caratterizzano da sempre la vena esilarante di Aldo Baglio.
(Continua a leggere)

07 gennaio 2019

Sarà Gipi il Magister del Comicon 2019 (25-28 aprile)

Gipi, autore di primo piano del fumetto italiano ed europeo, sarà il Magister dell’edizione 2019 del COMICON, protagonista di un programma di attività culturali che attraverseranno il Salone nelle giornate dal 25 al 28 aprile, presso la Mostra d'Oltremare di Napoli
Proprio con Gipi, la cui opera è da sempre orientata al racconto del presente, diretto o allegorico, il ruolo del Magister si rinnova negli obiettivi e nell'offerta, presentando non più una ma due mostre - una delle quali curata dal Magister stesso - ed un più ampio insieme di attività, caratterizzate da uno sguardo rivolto al futuro. 
Per la prima volta, all'interno del festival, nascerà un Programma Magister che presenterà: una mostra personale, una mostra collettiva intorno ad alcuni fumettisti selezionati dal Magister, una pubblicazione monografica sull'autore, una conversazione inedita con un artista italiano… ed altre sorprese in arrivo! 
Individuando in Gipi un maestro dei nostri tempi, COMICON vuole rafforzare il ruolo del Magister come riconoscimento, secondo le parole del Direttore artistico Matteo Stefanelli, "a un autore che sta esercitando, con il proprio lavoro recente, un'influenza profonda e positiva sulla libertà espressiva nel fumetto e, in particolare, sulle nuove generazioni di artisti e di lettori".
(Continua a leggere)