13 dicembre 2013

Nymphomaniac di Lars Von Trier esce in Italia

Il nuovo attesissimo film di Lars Von Trier sarà distribuito nelle sale Italiane dalla Good Films, la società di distribuzione di Ginevra Elkann, Luigi Musini e Lorenzo Mieli.
(Continua a leggere)

06 dicembre 2013

The Amazing Spiderman 2 - Trailer

Già al secondo episodio della nuova saga di Spiderman di Marc Webb i villain passano a tre, come nell'ultimo di Raimi. Si tratta di Elektro, un suupertecnologico Rhino (che ricorda il primo prototipo di Iron Man) e un novello Goblin.


Il film uscirà a gennaio 2014.

(Continua a leggere)

02 dicembre 2013

Coordinamento Festival Cinematografici Campania

E’ stato ufficialmente presentato il Coordinamento dei Festival Cinematografici della Campania.

Alla conferenza stampa, tenutasi in mattinata presso il Pan - Palazzo delle Arti di Napoli,  sono intervenuti: Nino Daniele, assessore alla Cultura del comune di Napoli; Alessandra Clemente, assessore alle Politiche Giovanili e alla Creatività del comune di Napoli; Valerio Caprara, presidente Film Commission Regione Campania; Giuseppe Colella, presidente Coordinamento Festival Cinematografici Campania; Enny Mazzella, vice presidente Coordinamento Festival Cinematografici Campania; i responsabili dei festival aderenti al Coordinamento. Ha moderato Carlo Cremona, presidente dell’associazione i Ken Onlus.

Ha aperto gli interventi l’assessore Daniele, che, nel garantire il pieno sostegno dell’amministrazione comunale all’iniziativa, ha tenuto a sottolineare “l’enorme valore culturale del progetto e l’importanza per la città di Napoli di ospitare la nascita di un’aggregazione di operatori dell’intera regione Campania, spinti dalla passione per il cinema e dalla volontà di perseguire con serietà e professionalità i propri obiettivi”.

L’assessore Clemente, nel confermare la disponibilità espressa dal collega Daniele, anche mediante la messa a disposizione di spazi e strutture del comune, ha evidenziato che “la cultura è partecipazione, è inclusione, è ricchezza, e pertanto va sostenuta”.

Il presidente e primo promotore del Coordinamento, Giuseppe Colella, curatore del progetto SchermoNapoli in seno al Napoli Film Festival, ha ricordato come l’associazione risponda ad una specifica esigenza riscontrata, all’atto della prima convocazione, anche tra gli altri colleghi ed operatori culturali “La mutua collaborazione ed il lavoro che svolgiamo inseguendo obiettivi comuni rafforzeranno sicuramente i singoli progetti culturali che ci hanno accomunati.”

Valerio Caprara, critico cinematografico, docente universitario, nonché presidente della Film Commission Regione Campania, si è soffermato sugli obiettivi che l’Associazione dovrebbe perseguire: “l’armonizzazione delle date degli eventi; la circuitazione e diffusione delle opere, tramite scambi tra i vari festival; l’istituzione di un tavolo permanente tra gli addetti ai lavori, per la realizzazione della Casa del Cinema a Napoli”. Il professor Caprara ha inoltre ribadito “l’importanza di realizzare festival per il pubblico, che non siano né inutili passerelle di ospiti illustri, né penitenziali riunioni di adepti”.

La vice presidente del Coordinamento, Enny Mazzella, direttrice organizzativa dell’Ischia Film Festival, ha ricordato come “l’aver previsto dei parametri da rispettare per aderire al Coordinamento - almeno 3 edizioni di svolgimento, la presenza di un concorso e di una giuria, la produzione di un catalogo cartaceo oppure on line - vada nell’interesse dei festival stessi, a tutela della serietà dei soggetti coinvolti”. Mazzella ha anche ricordato che, in aggiunta ai fondatori del Coordinamento, “sono già numerosi i festival che hanno fatto richiesta di adesione. Per le realtà che non rispettassero pienamente i requisiti di ammissibilità, verrà creato una sorta di laboratorio, propedeutico all’ingresso nel vero e proprio Coordinamento”.

Nel tirare le fila degli interventi, il moderatore Carlo Cremona, organizzatore di Omovies, festival del cinema omosessuale e questioning, ha indirizzato un pensiero “ai ragazzi che si sono tolti la vita per la difficoltà di vedere accettata la loro omosessualità”.

Non riuscendo a partecipare personalmente, per concomitanti impegni istituzionali, l’assessore regionale alla Cultura, Professoressa Caterina Miraglia, ha fatto pervenire ai responsabili del Coordinamento un messaggio con i “migliori auguri di buon lavoro ed un sentito incoraggiamento per l’iniziativa, che testimonia, ancora una volta, come gli imprenditori campani sappiano mettersi in rete senza personalismi, con spirito di gruppo ed abnegazione. Sono sicura che proprio questa sia la via maestra per garantire il livello di eccellenza delle iniziative culturali, ed in particolare di quelle legate al mondo della cinematografia, nel nostro sempre fervido territorio”.

Antonio Borrelli, responsabile del gruppo cinema del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli, e membro del consiglio direttivo del Coordinamento, ha preso la parola per ribadire “l’urgenza, da parte dell’istituzione regionale, di approvare la legge sul cinema, essendo la Campania una delle poche regioni a non essersi dotata ancora di questo strumento di regolazione normativa del settore”. Borrelli ha inoltre ricordato “l’attenzione privilegiata e il dialogo che il Coordinamento istituirà con gli operatori che a vario titolo – sotto forma di rassegne, eventi, cineforum – contribuiscono alla promozione della cultura cinematografica”.

Sono soci fondatori del Coordinamento i seguenti festival: A Corto di Donne, CineFortFestival, Corto Nero, Faito Doc Festival, Festival del Cinema dei Diritti Umani, Intima Lente, Ischia Film Festival, Linea d’Ombra – Festival delle Culture Giovani, Marano Ragazzi Spot Festival, Mediterraneo Video Festival, Mitreo Film Festival, Napoli Film Festival, Omovies – Festival di cinema omosessuale e questioning, Premio Nazionale Bernardino Zapponi per Cortometraggi, SchermoNapoli, Social World Film Festival, Valsele International Film Festival.


Finestra ufficiale del Coordinamento è il sito internet – www.festivalcinemacampania.it – attraverso il quale saranno aggiornate le attività dei festival aderenti e dei partner culturali, segnalando nuove pubblicazioni di bandi, date di svolgimento delle manifestazioni e ogni altra notizia utile. Il sito intende divenire nel tempo, filtrando e armonizzando i contenuti provenienti da fonti diverse, il portale dell’informazione cinematografica in Campania, uno strumento tecnologico specializzato a disposizione di cinefili, studiosi e appassionati per orientarsi tra le molteplici attività legate al cinema.
(Continua a leggere)

25 novembre 2013

Finisce l'IMMaginario Web Fest

di Ferdinando Carcavallo
La cosa incredibile del festival IMMaginario è che non è un festival. E’ piuttosto un viaggio in un posto, un contesto singolare in cui il pubblico incontra la cultura senza alcun filtro, senza tramiti.
Non ci sono giornalisti, troupe televisive che si intromettono tra la gente e l'arte, si sta tutti insieme in una città bellissima dove non si può fare altro, in quei giorni, che nutrirsi di cultura.
Musica, fumetti, cinema, televisione, letteratura e tecnologie. E’ tutto a portata di mano.
Dei fessi come noi, ad esempio, riescono a passare da una parte all’altra di quella invisibile (perché inesistente) linea di separazione tra palco e pubblico con una facilità e inconsapevolezza che appare surreale. Presentiamo i nostri video, ci intervistano e poi ci ritroviamo a chiedere a quel genio inarrivabile di Antonio Rezza di fare una foto insieme - e lui si prende il nostro numero di cellulare per avvertirci quando sta per arrivare a Napoli.
Salutiamo Pasquale Lillo Petrolo e lui si ferma a raccontarci come nasce la comicità di Lillo e Greg, le parodie, i balletti, i retroscena delle produzioni radio e tivvù.
Il trio Medusa ci vede mentre ci facciamo la foto con i “geni delle web serie” de La Buoncostume e pretendono di farla anche loro. Nell’aspettare un incontro che inizia in ritardo ci accomodano su un palco del Morlacchi ad ascoltare un pianista (Guidi) che accompagna le immagini di classici del muto. E come se non bastasse tutt’intorno c’è Perugia. Abbiamo vinto tutti qualche cosa di davvero unico, insomma. In particolare, tra le web serie, qualcuno si è portato a casa anche un premio: 

 - Miglior Webseries: The Usher, di Chiara De Caroli e Andrea Galatà
 - Miglior Regia: Run Away, di Riccardo Cannella
 - Miglior produzione: Gli Abiti del Male, di Andrea Sgaravatti e Guido Geminiani
 - Menzione speciale: Le cose brutte, di Ludovico Bessegato
 - Miglior attori: The Pills
 - Miglior soggetto/sceneggiatura/storia originale: La Buoncostume
 - Miglior architettura interattiva e sistema social: The Usher, di Chiara De Caroli e Andrea Galatà
 - Premio del pubblico XL Repubblica: Tris, di Corrado Doni

Oltre a tutto ciò, l'IMMaginario è stata anche l'occasione per incontrare da vicino e conoscere le nuove incredibili produzioni dei Licaoni, di Federico Sfascia (I REC U è prossimo ad uscire dall'oscurità), della già citata Buoncostume e della nuova stagione dei The Pills, che saranno pure onnipresenti in ogni dove si parli di web serie, ma meritano davvero attenzione. Forse ha ragione Valsecchi -  come riportato da Gabriele Niola durante una dettagliata cronostoria delle web serie - quando li paragona al fenomeno Nanni Moretti degli anni '70.


E poi c'erano i soliti cazzari...

(Continua a leggere)

19 novembre 2013

Comincia IMMaginario (Web) Festival

Comincia domani a Perugia l’IMMaginario festival e per cinque giorni il capoluogo umbro sarà un fermento di cultura (#vivalacultura uno degli hashtag dell’evento) con incontri, mostre, performances, proiezioni, dibattiti e quant’altro. 
Da venerdì, inoltre, la città si trasformerà nella capitale delle WebSerie con l'IMM Web Fest. Si tratta del terzo evento di rilievo quest’anno dedicato alle web serie e coinvolge davvero tutte le tipologie di produzioni seriali per il web nel nostro paese e non solo. Dalle pemiatissime, citatissime, spintissime e finanziatissime fino a quelli che hanno solo un’idea da proporre e sono alla ricerca di incoraggiamento (e fondi).
Le proiezioni delle serie si divideranno tra la Rocca Paolina e il teatro Morlacchi e domenica sera ci saranno le premiazioni previste da IMMaginario più il premio del pubblico messo in palio da XL di Repubblica (sul portale del magazine potete votare tra le otto serie preselezionate). Date un’occhiata all’elenco degli ospiti. Difficile trovare qualcosa di interessante in questa settimana nel resto della penisola.
(Continua a leggere)

18 novembre 2013

Mujeres Creando, intervista a Claudia Postiglione

Ogni tanto KinemaZOne si occupa di musica, anche quando nessuno lo paga per farlo. E comunque, se lo fa, è sempre perché in qualche modo c'entra il cinema.
Ed è proprio il cinema all'origine della genesi della band napoletana "Mujeres Creando", in quanto il gruppo si è formato nel 2010 per la composizione della colonna sonora di un corto dal titolo "Lavoro sostantivo maschile".
Le femmine creative sono quattro, Assia Fiorillo (voce), Igea Montemusso (violino), Giordana Curati (fisa) e Claudia Postiglione (chitarra), ed è proprio dalla chitarrista che ci facciamo raccontare la loro musica.

Allora, Claudia, tu sei l'unica del gruppo che ha un nome che non ricorda una concorrente di X-Factor. Come ci sei capitata?
Il gruppo è nato come nasce l'amore. Insomma alchimia di un incontro con le altre componenti. Le altre ragazze mi hanno proposto di suonare, così tra una birra ed una cena, abbiamo scritto la colonna sonora di un cortometraggio di Anna Santonicola, e da lì è stato un fluire naturale.

Claudia
E quella è stata l'occasione della nascita di "Mujeres creando"?
No, il nome è nato ancora dopo, quando si è unita a noi Assia (voce) e abbiamo esordito a teatro con uno spettacolo dal titolo "Finchè vita non ci separi". Uno dei nostri brani, un tango intitolato "Rosaspina", è stato anche scelto come colonna sonora di uno spot televisivo del SISAF Salerno.

Quindi il vostro genere è il Tango, o comunque la musica sudamericana.
Anche, abbiamo molte influenze bossa e jazz. Abbiamo scritto un brano di musica popolare anche per uno spettacolo teatrale tratto da "Lu cunto de li cunti" di Basile. Ma il nostro fil rouge sono le nostre sonorità e gli arrangiamenti al femminile.

Assia
Arrangiamenti al femminile? 
La musica al femminile.Questo è il nostro slogan. Siamo tutte donne, e il modo di far musica e di sentire la musica passa attraverso il sentire al femminile. Il nome del nostro gruppo significa "Donne che creano"

Come si svolgono le vostre serate?
Il progetto musicale che presentiamo si chiama "Contaminazioni", con un repertorio ricco di brani ricercati, da Summertime, ai Pink Martini, brani di Toquinho, tutti riarrangiati, e poi i nostri inediti

 Chi scrive le canzoni?
I brani nascono in mille modi, alcuni solo strumentali, ad ogni modo tutte noi con differenti contributi
partecipiamo. Spesso un brano nasce da un'idea di Giordana e poi c'è la magia è l'incontro creativo
Per questo ti dicevo che il gruppo musicale che funziona è come una coppia di persone che si amano.

Giordana
Dov'è che vi esibite preferibilmente?
Per lo più in locali, ma a marzo prossimo saremo in Sicilia per una importante manifestazione per la festa della donna

Ma siete femmine, femen o femministe?
Siamo donne e porgiamo al mondo la bellezza dell'essere tali.

Quindi, la scelta di essere tutte donne è puramente artistica. Non siete delle attiviste?
Le "mujeres creando" boliviane alle quali il nostro nome si ispira, sono attiviste. Noi testimoniamo la necessità di esserci e lo facciamo con la musica. Un collettivo artistico, ma alle nostre jam session partecipano tanti uomini. 

Igea
Spesso vi ritrovate in sala di incisione. Avete un progetto discografico o di distribuzione ?
Abbiamo inciso alcuni brani e abbiamo in cantiere un disco che sia in grado di presentare in maniera armonica la natura eclettica della nostra produzione. Il progetto di distribuzione verrà pian piano.

Il prossimo concerto?
Suoneremo il 21 novembre al Khavè Cafè, di San Giorgio a Cremano. Sul nostro sito web e sulla pagina facebook ci sono le date degli eventi live aggiornate.

--------------------------------
(Continua a leggere)

14 novembre 2013

Francesco è uscito dal gruppo

Francesco di Bella lascia la casa dei 24 Grana ma si porta via un bel po' di cose. 
Ad esempio undici tra i brani più di successo della band con i quali reinventa undici ballate e le incide in un live-studio assieme a nuovi amici musicisti.
Nasce così "Francesco Di Bella & Ballads Cafè", il primo CD da solista di Di Bella prodotto da La Canzonetta e distribuito dal prossimo 19 novembre a due anni dall'ultimo Cd della band "La stessa barca".
Sul sito della casa discografica napoletana è già possibile ordinarlo approfittando si un'offerta lancio di € 11,90 con incluso un CD del 24 Grana a scelta.

Che l’ex cantante e principale autore/compositore dei 24 Grana fosse vicino al grande passo era cosa nota: “Dopo diciotto bellissimi anni con i 24 Grana”, aveva già affermato, “ho sentito che era tempo di cambiare ed esprimermi in maniera più personale, privilegiando l’aspetto più cantautorale ed interpretativo del mio lavoro”.
Dichiarazione di intenti pienamente rispettata: l’album restituisce di sicuro i momenti più intimi e centrali del percorso creativo dell’artista ma allo stesso tempo incrocia un ampio spettro di stili e tensioni sonore. E’ così che “La costanza”, già nel repertorio dei 24 Grana, conosce una nuova vita: dai lenti movimenti magmatici del dub al respiro globalista del rock. 


www.lacanzonetta.it
(Continua a leggere)

13 novembre 2013

La mafia uccide solo d'estate, di Pif (Trailer)

Il 28 Novembre uscirà al cinema il film d'esordio di Pif: La Mafia uccide solo d'estate!
Per il suo primo film Pif esordisce con degli attori d'eccezzione: Cristiana Capotondi, Claudio Gioé, Ninni Bruschetta e lo stesso Pif. Il film, ambientato nella Palermo degli anni '70 e '90, è incentrato sulle vicende di un bambino di otto anni, Arturo. Una storia d’amore, che racconta i tentativi di Arturo di conquistare l'amata compagna di banco Flora. Sullo sfondo di questa storia d'amore, si susseguono le vicende di cronaca che hanno caratterizzato la Palermo di quegli anni, dilaniata dalle lotte di Mafia e dalla scalata al potere dei Corleonesi.

Per la promozione del film Pif chiede il tuo aiuto! Crea il tuo video caricalo sui social e diventa protagonista insieme a PIF. Ecco cosa fare per aiutare il regista/sceneggiatore/attore siciliano:

  1. Gira un video di 30 secondi citando ‘‘La mafia uccide solo d’estate”. Dillo in una battuta o mostralo con una scritta; conta l’idea originale!
  2. Carica il video sul tuo social preferito inserendo #aiutapif nel commento o nel titolo che scegli di dare. Servirà a rintracciare il tuo filmato!
  3. Goditi il meritato riconoscimento! I video più belli saranno scelti da Pif e pubblicati sui suoi canali social ufficiali!

Scopri di più su http://www.lamafiauccidesolodestate.com/aiutapif/
(Continua a leggere)

Enzo Avitabile Music Life: anteprima web gratuita su MyMovies.it

Nuovo appuntamento con la musica al cinema grazie a Microcinema Distribuzione: “Enzo Avitabile Music Life”, il film diretto dal regista Premio Oscar de “Il Silenzio degli Innocenti” Jonathan Demme, approderà nelle sale italiane il 18 e 19 Novembre ma sarà mostrato in anteprima streaming gratuita, solo per i primi 300 utenti che ne faranno richiesta, venerdì 15 Novembre alle ore 21:30 sulla piattaforma MYMOVIESLIVE
Con l’obiettivo di recuperare il patrimonio musicale partenopeo rivelandone l’universalità e la bellezza, il documentario porta alla luce un ritratto insolito di Enzo Avitabile, mostrando tutto il suo straordinario talento anche nei duetti con artisti di fama mondiale come Eliades Ochoa, Naseer Shamma, Zi’ Giannino del Sorbo e tanti altri. 
Il progetto nasce dalla stima reciproca tra Avitabile e Demme e dalla passione che il regista americano ha sempre avuto per la musica. 
"Enzo Avitabile – Music Life” rappresenta un’occasione per raccontare non solo un artista “unico”, ma anche una città, Napoli, con tutte le sue ricchezze e contraddizioni. L’accesso all’anteprima streaming di “Enzo Avitabile - Music Life”, per i primi 300 utenti che ne faranno richiesta, è gratuito: per assistere alla visione basta collegarsi alla pagina http://www.mymovies.it/film/2012/enzoavitabilemusiclife/live/, registrarsi e attivare un abbonamento gratuito FREE. 
I film di MYMOVIESLIVE! simulano fedelmente le visioni in sala: iniziano a un preciso orario e non è possibile fermare la riproduzione.
----------------------
(Continua a leggere)

12 novembre 2013

L'arte della felicità, di Alessandro Rak nei cinema il 21 novembre.

Il 21 novembre uscirà nelle sale italiane "L'arte della felicità", film di animazione e opera prima del regista e disegnatore Alessandro Rak. Il film, che il 14 novembre sarà presentato in anteprima al cinema Ambasciatori di Napoli, è stato considerato il film rivelazione della 28esima Settimana della Critica all’Ultima Mostra Internazionale d’Arte cinematografica di Venezia e vincitore del Premio come Miglior Debutto al 21st Raindance Film Festival. 

Sotto un cielo plumbeo, tra i presagi apocalittici di una Napoli all’apice del suo degrado, Sergio, un tassista, riceve una notizia che lo sconvolge. Niente potrà più essere come prima. Ora Sergio si guarda allo specchio e quello che vede è un uomo di quarant’anni che ha voltato le spalle alla musica e si è perso nel limbo della sua città.

Il taxi diviene il microcosmo in cui si rinchiude per fuggire al suo mondo, ma dentro cui il mondo entra ed esce attraverso i suoi passeggeri.
 Mentre fuori imperversa la tempesta, l’auto comincia così ad affollarsi di ricordi, di speranze, di rimpianti, di nuove occasioni.

Ora sa chi sono i passeggeri: sono anime, fantasmi, memorie, strade. Oppure sono messaggeri di un sole che nasce altrove e portano con sè la rivelazione di ciò che è oltre il confine del proprio parabrezza.

Prima o poi la pioggia smetterà di cadere ed il cielo si aprirà.
E da lì verrà la fine. O tornerà la musica.


Prodotto da Big Sur in collaborazione con Mad Entertainment e Rai Cinema e distribuito da Cinecittà Luce, il film è stato interamente realizzato a Napoli da 40 giovani talenti che in questa città sono nati e continuano a viverci nonostante le contraddizioni e difficoltà.
Una piccola realtà con un grande sogno e una sfida ancor più ambiziosa: realizzare cinema d’animazione per adulti anche in Italia.
Sembra bellissimo e soprattutto è un film che meriterebbe un lancio pubblicitario più forte di quello che il distributore gli riserva.

Facebook: http://www.facebook.com/ArtedellaFelicitailFilm
Twitter: http://twitter.com/ArteFelicita
---------------------------------------------------------
(Continua a leggere)

05 novembre 2013

Ancora Una!: un comic book in crowdfunding

Tutti siamo stati bambini, ma pochi lo ricordano. 
Le favole lette ad un bimbo, sentite per caso, ripescate nella memoria, sono tutte storie che hanno il potere di farci viaggiare nel tempo e ritornare all'epoca in cui chiedevamo “Ancora una, ancora una, raccontamene ancora una!”
L'obiettivo di questo libro è quello di regalare qualche momento di allegria ad ogni bambino che è... o che è stato. 
Ognuna delle storie di questa raccolta possiede in sé la magia per far volare la fantasia, per far nascere un sorriso e a volte per far riflettere. 
L'idea del progetto nasce e si sviluppa all'interno dell'associazione BN.Comix, impegnata nella promozione della cultura del fumetto. L’associazione organizza eventi, workshop e mostre per promuovere il meraviglioso e bizzarro universo del fumetto. 
Gli autori di questi racconti sono tutti giovani scrittori e disegnatori che hanno deciso di mettere assieme i loro talenti per regalarvi un libro speciale, in cui penna e matita sono entrate in sinergia; racconti pensati per far incontrare di nuovo bambini e adulti nel reame della fantasia. Sono state raccolte storie illustrate e racconti per bambini da 0 a 99 anni. 
Ora abbiamo bisogno del vostro aiuto, raccogliendo 2000 € potremo stampare 500 copie di un libro di 96 pagine a colori in formato A5 (15 x 21 cm). 
I ricavati andranno per metà all'associazione BN.Comix e per metà a Comics X Africa, una Onlus che si occupa di aiutare le popolazioni in difficoltà dell’Africa. Noi tutti speriamo che il nostro progetto vi piaccia e vorrete trasformare in realtà questo libro. Sarebbe inoltre fantastico se poteste condividere con i vostri amici la nostra campagna.

-----------------------
(Continua a leggere)

01 novembre 2013

Something Good - trailer

L'attore, produttore, autore e presentatore e televisivo e soprattutto controverso parlamentare italiano Luca Barbareschi ci prova ancora di lasciare un segno nella storia del cinema (almeno pensiamo sia questo un suo desiderio). Sono passati più di dieci anni dal suo ultimo "Il trasformista", film non eccelso ma nemmeno tanto male. Questa volta non è la politica italiana a "ispirare" Barbareschi - probabilmente ha frequentato poco l'ambiente - ma la contraffazione alimentare al centro della storia di "Something Good". Il trailer fa capire che si tratta di una produzione molto curata, ma la frase "Facciamo il latte senza latte" ricorda un po' i film di Ennio Annio di casa Maccio Capatonda. O no?
(Continua a leggere)

28 ottobre 2013

Francesco Di Bella & Ballads Cafè: anteprima in streaming

Tocca a La costanza l’impegnativo ruolo di catalizzare l’attenzione su “Francesco Di Bella & Ballads Cafè”, primo album di Francesco di Bella (in uscita dal 19 Novembre) nella sua nuova vita da solista. Che l’ex cantante e principale autore/compositore dei 24 Grana fosse vicino al grande passo era cosa nota: “Dopo diciotto bellissimi anni con i 24 Grana”, aveva già affermato, “ho sentito che era tempo di cambiare ed esprimermi in maniera più personale, privilegiando l’aspetto più cantautorale ed interpretativo del mio lavoro”
Dichiarazione di intenti pienamente rispettata: l’album restituisce di sicuro i momenti più intimi e centrali del percorso creativo dell’artista ma allo stesso tempo incrocia un ampio spettro di stili e tensioni sonore. E’ così che “La costanza”, già nel repertorio dei 24 Grana, conosce una nuova vita: dai lenti movimenti magmatici del dub al respiro globalista del rock. Siamo solo all’inizio.
Ascolta "La costanza" in streaming su 
www.lacanzonetta.it
-----------------------
(Continua a leggere)

24 ottobre 2013

Campi Flegrei Web Fest: (alcuni) vincitori.

Si è svolta ieri sera la cerimonia di chiusura della prima edizione del Campi Flegrei Web Series Fest, la tre giorni campana dedicata alle serie web.
La serata, andata avanti in maniera un po' rocambolesca a causa di prevedibili intoppi tecnici ma comunque molto simpatica, ha avuto luogo sulle rive del lago Fusaro a Bacoli (NA), proprio di fronte la Casina Vanvitelliana, l'incredibile e bellissima costruzione in mezzo al lago celebre per NON essere stata la location del Pinocchio di Comencini (era in realtà il lago di Martigiano in provincia di Viterbo).
Hanno partecipato all'evento quasi tutte le web serie prodotte in Italia negli ultimi 5 anni e sono stati consegnati 9 premi più due menzioni speciali.

Eccone alcune:
Migliore Web Series Italiana: Super G (non ci piace)
Migliore Musica Originale: Quei bravi Tamarri (ci piace)
Migliore Sceneggiatura: Travel Companions (e basta...)
Menzioni Speciali: Bishonnen (ci piace molto) e Next Stop (pure questa ci piace)

Presenti alla serata finale il presidente della giuria lo scrittore, saggista e direttore del CdP Rai di Napoli Francesco Pinto, i giurati Marco Werba, Alessio Billi, l'attrice Francesca Rettondini, il critico eminente Prof. Valerio Caprara, il sindaco di Bacoli, alcune belle ragazze, tanti simpatici giovanotti e mia sorella.

In selezione c'era anche il nostro Avvocato Cascione, di cui tutti parlavano ma che non ha preso premi in quanto ancora in stato embrionale, se no...

-----------------------
(Continua a leggere)

23 ottobre 2013

Cose nostre (Malavita)

Luc Besson corona un sogno giovanile, probabilmente, nel dirigere Robert de Niro in una commedia prodotta da Martin Scorsese
L’ex regista ex francese ha anche scritto la sceneggiatura di “Cose nostre” e purtroppo la cosa appare evidente. 
Impeccabile (ma non entusiasmante) la realizzazione tecnica. Ammirevole la scelta di presentare i volti dei maturi interpreti al naturale mostrando le graziose rughe della bellissima Michelle Pfeiffer e quelle di Tommy Lee Jones che però avrebbero meritato il 3D. 
Al di là di questo, il film è effettivamente un grande bluff, come c’era da aspettarsi. Non è un film divertente, le dinamiche appaiono molto forzate, la trama (sebbene non fondamentale) è ridotta davvero all’osso e tutto il film risulta una serie di sketches di rozzi mafiosi italo-americani alle prese con la campagna francese e problemi di integrazione che, a dire il vero, lo spettatore non percepisce se non per il fatto che ogni tanto, per motivi che spesso sfuggono alla comprensione, avviene qualche omicidio. 
Il finale catartico, con la prevedibilissima colonna sonora dei Gorillaz (Clint Eastwood), ci presenta la carneficina stile Coppola (Il Padrino 1,2,3) che un Tarantino (ma anche un Rodriguez) avrebbe condito con un pizzico di grottesco da renderlo digeribile, ma che in mano a un Besson - intento a citare se stesso dopo aver appena omaggiato Scorsese  - appare solo come uno sterile esercizio di stile. Già abbondantemente visto per altro. 

Disclaimer: Tutte le valutazioni sopra espresse vanno considerate tenendo conto che chi scrive ha vito il film in una sala cinematografica di Napoli (Cinema Plaza, sala Kerbaker) con uno schermo piccolo, per metà sfocato e con due luci di emergenza verdi belle forti poste sotto l’immagine, poltrone precarie e rumore di proiettore stile cinema parrocchiale.
-----------------------
(Continua a leggere)

22 ottobre 2013

Festival IMMaginario TV 2013

Nonostante il nome, il festival IMMaginario di Perugia è quanto di più "concreto" si possa immaginare per un evento cross mediale che tratta cinema, televisione, web e giornalismo. 
L'elenco degli ospiti che finora hanno partecipato alle prime edizioni del (non)festival sarebbe lunghissimo e potrebbe sembrare non veritiero per la sua varietà, per cui vi diciamo solo che tra gli organizzatori ci sono Angelo Guglielmi, Enrico Ghezzi, Bruno Voglino, Alessandro Riccini Ricci e Andrea Schembari, nomi che a chi anche solo marginalmente frequenta il mondo della comunicazione dicono molto. 
Quest'anno il festival si svolge dal 20 al 24 novembre, cinque giorni che, come per le precedenti edizioni, saranno pienissimi di eventi, presentazioni, conferenze, proiezioni di opere, progetti e idee più o meno all'avanguardia (la presenza del "meno" la capirete continuando a leggere). Particolare attenzione sarà rivolto al crowdfunding, il modello di finanziamento popolare che sta prendendo sempre più piede anche in Italia (segnale di crisi o di modernità?).
In particolare, nel week end 22-24 novembre avrà luogo il Web festival dedicato al mondo della rete, a tutti i progetti realizzati, che saranno realizzati o che sarebbe giusto che qualcuno realizzasse su questa sempre meno nuova piattaforma di distribuzione e produzione digitale. 
Lo sappiamo cosa state pensando: quest'anno c'è stato il boom improvviso dei web festival italiani ma, senza offesa per nessuno, qua stiamo parlando di "qualcosa di completamente diverso".
KinemaZOne ha avuto già l'onore di essere presente l'anno scorso con "Travel Companions" ad una serata speciale dedicata alle web serie e quest'anno ci torna con "Il mestiere più antico del mondo" (ecco il perché di quel "meno"). 
Presenteremo il pilota della serie e racconteremo come è nato e come si svilupperà questo ed altri progetti in cantiere. Appuntamento quindi a Perugia. Di seguito i link per capire meglio i contenuti del festival. ATTENZIONE: Guardate il programma solo se avete qualche possibilità di parteciparvi, altrimenti è solo sofferenza... 
-----------------------
(Continua a leggere)

21 ottobre 2013

Crowdfunding per Youborn, di Michele Salvezza.

Di Michele Salvezza abbiamo parlato diverse volte su questo blog. Michele è principalmente un regista e autore di film, ma anche critico cinematografico (scrive anche sul prestigioso www.rapportoconfidenziale.com) e sia quando gira che quando scrive (quindi quando pensa) lo fa in maniera del tutto originale e soprattutto libera. 
Questa sua voglia (o per meglio dire fisiologico bisogno) di libertà lo porta ancora una volta a intraprendere la strada del crowdfunding, come già fece per il suo ultimo bellissimo cortometraggio "Al di là della neve" anticipando sui tempi molti altri colleghi. 
Il progetto che stavolta possiamo portare avanti con lui prevede la realizzazione di un mediometraggio intitolato Youborn sulla  storia di una donna che si accinge a partorire alla vigilia di un ponte festivo. I dubbi la assalgono. Come cambierà la sua vita? Lo vuole davvero un figlio? Ama ancora l'uomo che ha sposato? E' consapevole che non potrà più tornare indietro. 
"Il reparto neonatale di una clinica svuotata per la festività imminente è il teatro della storia. Un teatro dell'assurdo, nel quale i dottori cercano di svignarsela per godersi i giorni di festa e strani personaggi vagano per i corridoio deserti. Un'eccentrica infermiera sembra tenere le fila dello spettacolo che va in scena, lei stessa si esibisce per i pochi pazienti presenti. Non solo bambini e partorienti ma anche anziani a testimoniare la ciclicità della vita e lo stretto legame che questa ha con la morte. Cosa deciderà di fare la donna? Terrà il figlio? Gli darà il nome di uno dei genitori? Che ruolo avrà il marito in queste scelte?". 
Protagonista di Youborn sarà Marcella Braga, attrice veneta che più volte ho incontrato nei miei innamoramenti per il cinema indipendente nei lavori di Michele Pastrello (Nella mia mente), Angelo Licata (Dark Resurrection), Massimiliano Amato (Exit) e David Petrucci (Canepazzo). Se volete partecipare, insieme alla Labus, alla produzione di Youborn potete comprare le vostre quote su ProduzioniDalBasso, piattaforma di finanziamento popolare di riferimento per il cinema indipendente italiano.
-----------------------
(Continua a leggere)

18 ottobre 2013

Il quinto potere. Il film su Wikileaks

Articolo sponsorizzato da 01 Distribution

Dando il via a un'era fatta di segretezza assoluta, rivelazioni di notizie esplosive e traffico di informazioni riservate, Wikileaks ha cambiato per sempre il mondo del giornalismo. 
Ora, un thriller drammatico basato su fatti realmente accaduti, Il quinto potere, rivela come sia stato possibile mettere in luce gli inganni e le corruzioni dei potenti, tanto da rendere un sito internet l'organizzazione più discussa del ventunesimo secolo. 
La storia ha inizio quando il fondatore di WikiLeaks, Julian Assange (Benedict Cumberbatch) e il suo collega Daniel Domscheit-Berg (Daniel Bruhl) uniscono le loro forze per diventare dei cani da guardia, in grado di controllare l'attività dei potenti e dei privilegiati. 
Grazie a un piccolo budget, i due creano una piattaforma online che consente ai loro informatori di trasmettere in forma anonima delle notizie riservate, puntando così i riflettori sui luoghi oscuri dove si nascondono i segreti governativi e i crimini aziendali. 
In breve tempo, riescono a svelare più notizie importanti di tutti i leggendari mass media tradizionali messi insieme. Ma quando Assange e Berg mettono le mani sulla maggiore raccolta di informazioni riservate nella storia degli Stati Uniti, si scontrano tra di loro e devono rispondere a una questione fondamentale nella nostra epoca: qual è il costo di mantenere riservati i segreti in una società democratica e quale il prezzo da pagare quando si decide di rivelarli? 


Diretto da Bill Condon e distribuito da 01 Distribution, "Il quinto potere" uscirà nelle sale il 24 ottobre.
(Continua a leggere)

16 ottobre 2013

Arriva il nuovo Sky On Demand per il pubblico cinefilo


Ultimamente sembrava che Sky si stesse concentrando troppo sull’offerta di contenuti sportiva e televisiva perdendo di vista l’altra importantissima fascia di pubblico rappresentata dagli appassionati di cinema, ma da qualche tempo ce la sta mettendo davvero tutta per convincere ad abbonarsi quelli che ancora resistono alla tentazione del Video On Demand.
Già da ieri per tutti gli abbonati Sky è disponibile il servizio Sky On Demand, con una videoteca con più di 2500 titoli da vedere quando si vuole tra film e serie tv e per chi si abbona fino al 21 ottobre anche un home theatre Philips in regalo.
Chi ha già un abbonamento Sky, per accedere alla videoteca Sky non dovrà fare altro che collegare il decoder MySky HD ad internet (tramite Sky Link) e navigare nel nuovo menù interattivo.
A differenza dello streaming tradizionale al quale siamo abituati sul web, grazie al progressive download l’accesso al contenuto selezionato in pochi secondi diventa fruibile in modo continuo e senza interruzioni in quanto il video viene scaricato in tempi brevissimi e può essere visto anche mentre il download non è ancora completato. Si possono addirittura scaricare più film contemporaneamente.
Ovviamente, oltre all’archivio di 2500 titoli, è sempre disponibile per la visione on demand tutta la programmazione Sky della settimana, compresi i film del pacchetto Cinema (a patto di essere abbonati).
Questo nuovo serivizio di Sky rappresenta un’importante mappa nel percorso di “avvicinamento” tra televisione e rete. La libertà e ricchezza di contenuti della rete e la qualità HD del servizio televisivo sembrano essere le caratteristiche sulle quali Sky punta per imporsi come piattaforma unica per l’intrattenimento domestico.
Per ulteriori informazioni visita il sito Sky.

Articolo sponsorizzato
(Continua a leggere)

07 ottobre 2013

Napoli FIlm Festival 2013: è Travel Companions la migliore serie web realizzata in Campania.

Travel Companions, la web serie mia e di Luca Napoletano, ha vinto il premio miglior web serie al Napoli Film Festival 2013.
Già nel 2011 avevamo vinto una menzione speciale per il corto "Travel Companions a colori" che ci rese molto felici, ma questo premio è un'altra cosa. 
Come saprete Luca non c'è più da quasi un anno. Quando ci ha lasciato fu un durissimo colpo per tutti quelli che gli volevano bene (tantissimi) e io in particolare sentii che con lui se ne andava anche una parte di me, la parte più fantasiosa, irrazionale e divertente. La parte di me che preferivo. 
Dopo un anno ho incredibilmente scoperto che non è così. Luca non si è portato via niente (non era suo costume) ma al contrario ha lasciato in me qualcosa di suo, la sua generosità, la sua forza di volontà e la capacità di rialzarsi da terra ogni volta che si cade ricominciare da zero.
Questo premio è un sogno che si realizza e non devo ringraziare altri che lui per questo.

SchermoNapoli Web Series 
La giuria è composta dalla redazione del Corriere del Mezzogiorno assegna il premio a 
TRAVEL COMPANIONS di e con Luca Napoletano e Ferdinando Carcavallo 
Musica di Giuliano Castaldo - Prodotto da KinemaZone 

Motivazione: Per la capacità di restringere e cadenzare in pillole un vero e proprio road movie. Viaggiando sui testi sintetici della sit-com, gli autori hanno impostato una ripresa in camera fissa nell’abitacolo di un’auto. Escamotage stilistico e insieme funzionale a catturare uno spettatore, come quello di internet, fortemente incline alla distrazione. Il tutto con scrittura e dialoghi ironici e spassosi.
-------------------------------
(Continua a leggere)

05 ottobre 2013

Sergio Rubini protagonista della serata finale del Napoli Film Festival

Sarà Sergio Rubini l’ospite della serata di chiusura della XV edizione del Napoli Film Festival
L’attore e regista pugliese alle 21.30 sarà al Cinema Metropolitan per incontrare il pubblico, raccontandosi in una conversazione con il giornalista Fabrizio Corallo, intervallata da clip delle opere che più hanno caratterizzato il suo percorso artistico. Dai successi come interprete in film come Una pura formalità, Nirvana e Qualunquemente, fino a quelli dietro la macchina da presa con film come La Terra (il film che verrà proiettato alla fine dell’incontro con Rubini), e L’amore ritorna. E poi riflessioni sugli impegni di oggi da L’ultima ruota del carro, commedia di Veronesi di prossima uscita, all’esperienza in teatro con Zio Vanja che lo vedrà al fianco di Michele Placido
 Ma l’ultima giornata del Napoli Film Festival non dimentica le retrospettive, che hanno avuto uno straordinario successo. 
Venerdì sera tutto esaurito nelle due sale del Metropolitan in cui quasi 400 spettatori hanno potuto riscoprire nella magia del grande schermo Otto e ½ di Fellini e Bella di giorno di Bunuel. Ma i grandi classici hanno registrato in tutta la settimana della rassegna napoletana organizzata a Davide Azzolini e Mario Violini affluenze da record, a cominciare dalle 200 persone che hanno ritrovato Anna Magnani nella serata speciale del 26 settembre all’Istituto Francese. 
Buona affluenza per tutte le opere di Fellini ma anche per le commedie di Ernst Lubitsch, con film come Ninotchka che hanno richiamato quasi duecento spettatori al Metropolitan, ansiosi di vedere Greta Garbo sul grande schermo. 
Domani lo sguardo sui classici al Metropolitan comincia alle 17 con L’immagine del desiderio di Bigas Luna e prosegue alle 19 la proiezione de I Vitelloni di Federico Fellini. 
Alle 19.30 ci sarà la proclamazione di tutti i vincitori delle diverse categorie del concorso Schermo Napoli con, a seguire, la proiezione delle opere vincitrici. Per il concorso Europa Mediterraneo è invece già stato reso noto il film vincitore, Continua a sorridere, coproduzione franco-georgiana firmata dal regista Rusudan Chkonia, che racconta tra commedia e dramma la vicenda di dieci donne che partecipano a un concorso di bellezza per “Miss mamma” a Tblisi. Il film sarà proiettato domani alle 16.45 al cinema Metropolitan.
www.napolifilmfestival.com
(Continua a leggere)

03 ottobre 2013

Salviamo la Terra dei Fuochi e cacciamo via le iene (quelle vere)

“Perché il governo fa una legge per salvare le banche e non fa una legge per salvare le vite?
Da napoletano ma soprattutto da italiano, l’attore Alessandro Siani, lancia l’allarme al governo nazionale, relativamente al disastro ambientale de la Terra dei Fuochi, che tocca da vicino le coscienze di tutti. 
“Visto che adesso siamo un po’ più tranquilli, la fiducia al governo guidato da Enrico Letta è passata – continua Siani - , voglio invitare personalmente il presidente del Consiglio a trascorre con me e con i cittadini campani, qualche ora nei luoghi avvelenati e sfregiati della zona, per rendersi conto davvero cosa significa vivere li, e prendere coscienza che il problema non è più da relegare al perimetro maledetto, ma è un dramma dell’Italia intera. Prendere coscienza, significa dare subito un segnale forte e dire cosa si potrà fare nell’immediato per porre fine a questa immane tragedia. Mi fa un po’ amaramente sorridere - conclude Siani - pensare che mentre in questo periodo i politici sono stati impegnati a decidere se far parte dei falchi o delle colombe, è stata una Iena, a far emergere a chiare lettere questo enorme disastro…
(Continua a leggere)

30 settembre 2013

Il mestiere più antico del mondo: Al Roma Fiction Fest l’anteprima della prima legal web serie italiana. Ma è una commedia


"Il mestiere più antico del mondo", la web serie prodotta da KinemaZOne ("Travel Companions"), farà il suo debutto al Roma Fiction Fest 2013 il 1 ottobre all’Auditorium Parco della Musica (ore 17:00), per poi approdare ufficialmente il giorno dopo su web. 
Protagonista della serie è l'avvocato napoletano Chiara Cascione (interpretato dall’attrice Chiara Clemente). 
Far funzionare uno studio legale non è semplice, soprattutto quando si ha la capacità di attirare i clienti più strani ed enigmatici. Ma l’avvocato Cascione non demorde e darà il meglio di sé, mettendo in campo tutta la propria professionalità e la propria caparbietà anche nei casi più bizzarri e complicati. 

Il nome del protagonista della serie è un riferimento al film "Così parlò Bellavista" di Luciano de Crescenzo del 1984, in particolare alla famosa scena del tribunale nella quale spesso irrompeva un usciere che chiamava a voce alta l'introvabile avvocato Cascione. Nella sigla della serie di Giuliano Castaldo, infatti, la voce di questo personaggio è stata campionata. 
Il riferimento al film di De Crescenzo, però, non è casuale. Lo spirito della serie è infatti quello di rilanciare una commedia leggera e non volgare in un media nuovo come quello delle web serie. “Non si tratta di un'operazione nostalgia, - dice l’autore e regista Ferdinando Carcavallo - crediamo però che i tempi e i ritmi di quelle brevi sequenze comiche, di cui il film di De Crescenzo era strapieno, ben si adattino alla fruizione fugace del web.” 

 In occasione della presentazione della nuova serie, l’organizzazione del Roma Fiction Fest insieme con Fabrizio Accatino (vice direttore artistico del RFF), Andrea Materia (autore televisivo ed esperto di new media), Giuliano Castaldo (musicista di KinemaZOne) e Ferdinando Carcavallo renderanno un omaggio a Luca Napoletano - co-autore e attore di Travel Companions scomparso prematuramente lo scorso 11 ottobre – con la proiezione dell’ultimo episodio della serie e un saluto speciale del compagno di viaggio.



(Continua a leggere)

29 settembre 2013

30 settembre - Parte ufficialmente il NapoliFilmFestival XV


Dopo "l'anteprima" con la serata dedicata ad Anna Magnani apre ufficialmente oggi 30 settembre il Napoli Film Festival con la serata inaugurale dedicata ad uno dei registi più interessanti della nuova scena americana, John Krokidas. Al Cinema Metropolitan, tornato dopo alcuni anni ad essere il fulcro della manifestazione, alle 21.30 sarà proiettato Giovani ribelli, il primo lungometraggio di Krokidas, con Daniel Radcliffe, presentato a gennaio al Sundance Film Festival e vincitore delle Giornate degli Autori alla Mostra del Cinema di Venezia 2013.
Grande attesa per gli incontri al Metropolitan con le stelle del cinema italiano: si parte il 2 ottobre con una serata dedicata a Vincenzo Marra e al suo sguardo documentaristico sulla realtà italiana. Il 3 ottobre la rassegna napoletana accoglierà invece Giancarlo Giannini, che racconterà il suo lungo percorso artistico al pubblico attraverso un viaggio nei suoi film, tra clip e aneddoti.
Il 5 ottobre sbarca al Napoli Film Festival Francesca Neri che si racconterà al pubblico in sala e, complice la retrospettiva dedicata dalla rassegna napoletana a Bigas Luna, proporrà al pubblico Le età di Lulù. Il 6 ottobre, infine, sarà Sergio Rubini l’ospite ad incontrare gli appassionati napoletani in sala nella serata finale al Metropolitan.
Dal 30 settembre parte quindi a pieno ritmo la rassegna 2013 diretta da Davide Azzolini e Mario Violini che conferma, anzi, rafforza la sua vocazione di palestra di formazione per i giovani cineasti della Campania. Lo fa attraverso la sezione SchermoNapoli, articolata nei concorsi Corti, Documentari, Scuola e da quest’anno anche Web. Se i cortometraggi scolastici andranno in scena Lunedì 30, dalle ore 9.30, presso l’Institut Français Napoli, i lavori appartenenti alle altre sezioni saranno proiettati ogni pomeriggio al cinema Metropolitan dalle 17. A rinnovarsi sarà anche l’appuntamento con le lezioni del professor Augusto Sainati, che, per il suo Parole di cinema, quest’anno porterà in cattedra, all'Institut Français dalle 10 di ogni giorno, Italo Moscati (1 ottobre), Vincenzo Marra (2 ottobre), Vincent Dieutre (3 ottobre), Giacomo Scarpelli (venerdì 4) e Milena Vukotic (sabato 5).
A rendere più ricca la sezione dedicata alla formazione dei mestieri del cinema si aggiunge quest’anno il ciclo d’incontri Fare Cinema, che, contando sul contributo degli addetti ai lavori, proporrà agli studenti dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, e non solo, una serie di appuntamenti imperdibili. Ad inaugurare il progetto, dalle ore 10.30 del 30 settembre, saranno i vertici della Film Commission della Regione Campania, spalleggiati dai rappresentati dei maggiori Festival cinematografici campani. A seguire, il 1 ottobre, la discussione si concentrerà sulle varie fasi della produzione e preparazione di un film in compagnia di Maurizio Gemma, Direttore della Film Commission Regione Campania e il produttore Gaetano Di Vaio. Mercoledì Stefano Incerti discuterà di regia e fotografia con Mario Amura, direttore della fotografia vincitore di un David di Donatello, giovedì 3 ottobre ci si occuperà di scenografia e costumi con lo scenografo Renato Lori e infine venerdì 4 Guido Pappadà e Massimiliano Pacifico porteranno il loro contributo sul tema della postproduzione.
Il Napoli Film Festival offrirà come sempre una settimana unica a tutti gli appassionati di cinema: i più giovani avranno la possibilità di scoprire per la prima volta sul grande schermo i capolavori di grandi maestri come Federico Fellini, Ernst Lubitsch e Luis Bunuel e di riscoprire i film di Bigas Luna; i più grandi vivranno invece un piacevolissimo amarcord, grazie a quelle emozioni senza tempo che solo il cinema riesce a regalare.
Le retrospettive dedicate ai quattro grandi maestri partiranno lunedì 30 e proseguiranno secondo una programmazione che coinvolgerà l’Institut Français Napoli, l’Istituto Cervantes e il Cinema Metropolitan. La rassegna “Fellini in bianco e nero” sarà inaugurata da Luci del varietà alle 18.45 all’Istituto Francese, mentre una prima finestra sul cinema di Ernst Lubitsch sarà aperta alle 21.30 al Cinema Metropolitan con La vedova allegra. Sempre lunedì 30, all’Istituto Cervantes, una lunga maratona renderà omaggio a Luis Bunuel. Dalle 17 a seguire: Un cane andaluso, Terra senza pane e Intolleranza, Simon del deserto. Stessa location anche per la rassegna dedicata a Bigas Luna, che prenderà il via alle 19.10 di martedì 1 ottobre, con Le età di Lulù.
Come di consueto, il Napoli Film Festival proporrà una selezione di film dalle cinematografie europee e del mare nostrum con il concorso Europa/Mediterraneo che porterà sullo schermo dell’Istituto Francese di Napoli (sempre ad ingresso libero) sei opere giovanili ma piacevolissime, rimaste fuori dai circuiti distributivi tradizionali. Si parte il 30 settembre con Fuori nel buio (storia d'amore tra un palestinese e un avvocato israeliano) per proseguire il giorno dopo con il rumeno Lumache ed uomini (lotta di classe molto particolare) il 2 ottobre con Il Cammino di Halima (sugli effetti della guerra balcanica) e Navi Nella notte (la fuga d'amore di due ospiti di una casa di riposo), il 3 con Continua a sorridere (un concorso per miss mamma) e il 4 con lo spagnolo L’anima delle mosche(due fratelli in viaggio per il funerale del padre).

Tutte le informazioni su napolifilmfestival.com e sulla pagina Facebook dell'evento.
(Continua a leggere)

27 settembre 2013

24 settembre 2013

Il mestiere più antico del mondo si fa a Roma


Finalmente possiamo dirlo. Sarà al Roma Fiction Fest - la più importante manifestazione sulla fiction tv e oltre - che presenteremo l'episodio pilota de "Il mestiere più antico del mondo". Appuntamento quindi all'Auditorium Parco della Musica di Roma (via de Coubertin) il 1 ottobre alle ore 17:00.
Grande festa e un tenero ricordo di un grande amico.

(Continua a leggere)

23 settembre 2013

Il Napoli Film Festival 2013 pronto per iniziare il 30 settembre.

L’incontro in sala con le stelle del cinema italiano, da Francesca Neri a Sergio Rubini, fino a Vincenzo Marra ma anche le serate a tema da Anna Magnani a Daniel Radcliffe: sono serate di cinema di altissima qualità a a caratterizzare il Napoli Film Festival che celebra quest’anno la sua XV edizione invadendo la città con una valanga di cinema di spessore dal 26 settembre al 6 ottobre. Grande attesa per gli incontri al Metropolitan con le stelle del cinema italiano: si parte il 2 ottobre con una serata dedicata a Vincenzo Marra e al suo sguardo documentaristico sulla realtà italiana. 
Il 5 ottobre sbarca invece al Napoli Film Festival Francesca Neri che si racconterà al pubblico in sala e, complice la retrospettiva dedicata dalla rassegna napoletana a Bigas Luna, proporrà al pubblico Le età di Lulù.
Il 6 ottobre, infine, sarà Sergio Rubini l’ospite ad incontrare gli appassionati napoletani in sala nella serata finale al Metropolitan. Come già noto, sarà una serata dedicata a “Nannarella” a introdurre il 26 settembre all'Istituto Francese (ingresso gratuito) la rassegna cinematografica napoletana che ha scelto di ricordare così la Magnani a 40 anni dalla sua scomparsa, avvenuta il 26 settembre 1973. 
L’anteprima, dedicata all’attrice romana, sarà una vera e propria maratona che partirà alle 17.30 con L’onorevole Angelina, film del 1947 diretto da Luigi Zampa, seguito alle 18.45 da un intervento di Valerio Caprara, critico cinematografico e presidente della Film Commission Regione Campania. La serata proseguirà alle 19 con Bellissima di Luchino Visconti e, alle 21, con La rosa tatuata di Daniel Mann, che valse alla Magnani l’Oscar come miglior attrice protagonista nel 1955. 

Dal 30 settembre il Napoli Film Festival entrerà nel vivo con la serata inaugurale dedicata ad uno dei registi più interessanti della nuova scena americana, John Krokidas. Al Cinema Metropolitan, tornato dopo alcuni anni ad essere il fulcro della manifestazione, alle 21.30 sarà proiettato Giovani ribelli, il primo lungometraggio di Krokidas, con Daniel Radcliffe, presentato a gennaio al Sundance Film Festival e vincitore delle Giornate degli Autori alla Mostra del Cinema di Venezia 2013. 

Dal 30 settembre parte quindi a pieno ritmo la rassegna 2013 diretta da Davide Azzolini e Mario Violini che conferma, anzi, rafforza la sua vocazione di palestra di formazione per i giovani cineasti della Campania.
Lo fa attraverso la sezione SchermoNapoli, articolata nei concorsi Corti, Documentari, Scuola e da quest’anno anche Web. Se i cortometraggi scolastici andranno in scena Lunedì 30, dalle ore 9.30, presso l’Institut Français Napoli, i lavori appartenenti alle altre sezioni saranno proiettati ogni pomeriggio al cinema Metropolitan dalle 17. 

Il Napoli Film Festival offrirà come sempre una settimana unica a tutti gli appassionati di cinema: i più giovani avranno la possibilità di scoprire per la prima volta sul grande schermo i capolavori di grandi maestri come Federico Fellini, Ernst Lubitsch e Luis Bunuel e di riscoprire i film di Bigas Luna; i più grandi vivranno invece un piacevolissimo amarcord, grazie a quelle emozioni senza tempo che solo il cinema riesce a regalare. Le retrospettive dedicate ai quattro grandi maestri, partiranno lunedì 30 e proseguiranno secondo una programmazione che coinvolgerà l’Institut Français Napoli, l’Istituto Cervantes e il Cinema Metropolitan. La rassegna “Fellini in bianco e nero” sarà inaugurata da Luci del varietà alle 18.45 all’Istituto Francese, mentre una prima finestra sul cinema di Ernst Lubitsch sarà aperta alle 21.30 al Cinema Metropolitan con La vedova allegra. Sempre lunedì 30, all’Istituto Cervantes, una lunga maratona renderà omaggio a Luis Bunuel. Dalle 17 a seguire: Un cane andaluso, Terra senza pane e Intolleranza, Simon del deserto. Stessa location anche per la rassegna dedicata a Bigas Luna, che prenderà il via alle 19.10 di martedì 1 ottobre, con Le età di Lulù. 

Ma il cinema è anche festa, e così, sabato 28 settembre, presso lo Spazio Nea di Via Costantinopoli 53, andrà in scena Napoli Film Festival Sliding, una serata-evento dedicata agli autori del concorso SchermoNapoli 2013, con la proiezione dei titoli vincitori delle sezioni Corti e Doc dello scorso anno: una buona occasione per parlare di cinema e favorire lo scambio culturale tra i protagonisti della nuova scena cinematografica campana.

(Continua a leggere)

Le 5 migliori web serie italiane (secondo KinemaZOne)


Prima che vengano assegnati premi da qualche parte, ecco la classifica delle migliori web serie italiane secondo KinemaZOne. 
Questa classifica è stata redatta da una sola persona (che vuole rimanere anonima) e sulla base di parametri rigorosamente personali. 
Per chiarezza, si intende che tutti quelli di seguito elencati vengono dopo "Travel Companions".

Quando si usano espressioni come “low budget” o “autoproduzione” pare ci si voglia parare qualcosa da attacchi e critiche. Io dico che se uno i soldi non ce li ha non deve cimentarsi a fare cose costose. Quanto abbiano speso i Licaoni per realizzare il Corso di cazzotti non me lo sono mai chiesto. Certo è che non c’è nulla che avrebbero potuto fare meglio con un budget più consistente perché è tutto perfetto. Inventiva, talento, padronanza tecnica, intelligenza e voglia (capacità) di fare qualcosa di inedito. E' tutto qui.

Al di là del modaiolo, i Jackall hanno realizzato una cosa unica che non potrà avere un seguito. Lost in Google non è solo una serie sul web, ma nel web. La location della storia della ricerca di Ruzzo Simone è la rete stessa (non solo Google). Questa è la trovata geniale realizzata con grande abilità, mentre i commenti del pubblico che “decidono” la storia è una furba trappola per nerd, tra l’altro già sfruttata da “L’altra”. La web serie per eccellenza (non solo in Italia), nonostante ospitate cattura-click evitabili. 

Personalissima opinione: Le puntate di una web serie non dovrebbero superare i 5 minuti. Questi del Progettino la pensano in maniera ancora più radicale di me. Dove altri in 5 secondi riescono al massimo a fare un “divertentissimo” rumore molesto, quelli del Progettino riescono a raccontare una storia esilarante. 

4) L’Altra 
Non cercatela che non la trovate. Era la preistoria della webfiction (il 2009) e nelle feste di Natale questo gioiellino comparve sul web. Commistione perfetta tra fiction e social network. Premiata giustamente a Los Angeles, se fosse stata anche realizzata negli USA sarebbe stato un “Blair Witch Project” del web. 

La si potrebbe definire una miniserie, se da qualche parte fosse scritto il numero minimo di episodi di una medium-serie. Due personaggi che sono soltanto uno e una inedita convivenza soprannaturale. “La Buoncostume” ci regala (nel vero senso della parola) un gioiello passato ingiustamente quasi inosservato. Potete recuperarlo. 

-------------------------------
(Continua a leggere)