26 dicembre 2007

1408

di Ferdinando Carcavallo

Basato sulla terrificante storia di Stephen King, 1408 è un terrificante film di Mikael Hafstrom con John Cusack e Samuel J. Jackson. Attori, regista e scrittore sono riusciti a metter su probabilmente il più brutto, insulso, noioso e inconcludente film di genere degli ultimi 20 anni.
Un prodotto (chiamarlo "film" è veramente fuori luogo) che dire televisivo sarebbe già lusinghiero. Mi ha ricordato quei telefilm americani pseudo horror che trasmettono spesso in tarda serata le televisioni private con un minimo di contenuto erotico che almeno da' un senso al tutto.
Il pretesto della trama è di quanto più banale possa esserci. Un ghost hunter in cerca di scoop fa visita ad un albergo newyorkese in cui c'è una stanza maledetta dove tutti gli ospiti impazziscono e si tolgono la vita in modi bizzarri.
A inizio visione (fortunatamente domestica e supportata da numerosi colpi di fastfarward) ho scambiato un involontario ridicolo di tutto il contesto per un voluto grottesco, un'esagerazione del genere tipo Planet Terror di Rodriguez, ma qui in quanto a inventiva si superano di gran lunga anche trash-movies come "Il lupo mannaro contro la camorra".
L'epilogo è ancora più sconcertante di tutto il resto. Il doppio finale Sogno/Realtà/Di nuovo sogno/Ma anche realtà è da schiaffi.

Vedere attori come Cusack e Jackson impegnati in boiate el genere mette davvero tristezza.

2 commenti:

Suedehead C.S. ha detto...

"Un ghost hunter in cerca di scoop fa visita ad un albergo newyorkese in cui c'è una stanza maledetta dove tutti gli ospiti impazziscono e si tolgono la vita in modi bizzarri."

E manco lo chiudono l'albergo?
In Italia sarebbero intervenuti i NAS dopo il secondo caso di morte sospetta (senza aspettare il cinquantesimo...)

Io ho visto il trailer al cinema e già da lì si capiva il livello qualitativo dell'opera.

Ciao

Compagnuccio Simon

KinemaZOne ha detto...

Si, ma ti assicuro che il film è peggio del trailer. Molto.
Dal trailer mi era sembrato qualcosa di grottesco, di volutamente caricato, come nello stile di un tipo di horror americano. Qualcosa tipo "Skanes on a plane" o "Non aprite quella porta". Ma, purtroppo, "1408" è di un ridicolo (e un noioso) che ritrova pochi pari nella cinematografia.
Devo fidarmi più delle tue suggestioni.

Ciao