27 novembre 2007

La preziosa anima di Fausto

Grazie al blog dei Licaoni (quelli di Kiss me Lorena), ho fatto la piacevolissima scoperta di due autentici talenti cinematografici davvero singolari. Si tratta degli sceneggiatori e registi di un cortometraggio intitolato "La preziosa anima di Fausto" che rispondono ai nomi di Antonio Zucconi e Filippo Fraternali.

Il gioiellino in questione è scaricabile sui siti web delle due case di produzione indipendenti che lo hanno realizzato, ossia la Coma Film e la Zuip.
"La preziosa anima di Fausto", come il titolo velatamente insinua, è una moderna, succinta e spiazzante rilettura del mito di Faust. Stavolta il diavolo fatica non poco con le sue lusinghe a guadagnarsi lo stipendio. Il protagonista, Fausto, vive in totale solitudine con il suo cibernetico tuttofare, in un clima da film espressionista tedesco, ma sembra avere tutto quello di cui ha bisogno.

Tecnicamente ineccepibile ed elegante, il corto è interpretato con il giusto spirito dai tre attori Astutillo Smeriglia, Riccardo Cuorleggero e Alfio Grandi e sorprende per la sua semplicità e un umorismo nero davvero gestito con maestria.

Guardatelo e mi ringrazierete. Io, intanto, ringrazio i Licaoni.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Bello. Davvero bello e divertente.

Ale

P.S. Ma i Licaoni non volevano farti la pelle?

i Licaoni ha detto...

E' ancora così, Ale.
E non basterà blandirci con buone parole per farci desistere dai nostri propositi.

Caro KinemaZOne:
appuntamento domattina all'alba. E non fare come l'ultima volta che ti sei presentato senza la sciabola.