04 giugno 2006

Inside man

di Ferdinando Carcavallo

Ah, per fortuna un bel film! Era tempo che avevo voglia di scrivere una frase del genere. Devo ammetere che le aspettative non erano altissime. Pur amando Spike Lee, la trama del film mi sembrava un po' troppo nel clichè "rapina alla banca con ostaggi", e invece il piccolo genio di Atlanta è riuscito a are un bel filmetto, un trillerino originale e mai noioso, forse un po' troppo Politically correct - stiamo parlando del regista di Summer Of Sam!
Il plot c'è e funziona, la sceneggiatura è carina con i suoi altalenarsi tra presente e futuro che ci fanno intuire l'epilogo pur senza levarci il piacere del finale a effetto.
Denzel Washington è perfetto come sa esserlo solo con Spike Lee, la manifica stronza Jodie Foster è impeccabile mentre Clive Owen è al meglio delle sue prestazioni, grazie anche al fatto che per l'80% delle sue apparizioni è coperto da un passamontagna molto più espressivo di lui.
Sottoutilizzato ma molto misurato William Dafoe e indicatissime le musiche.
Che bello quando si vede un buon film. Consigliatissimo!


, , ,

2 commenti:

Lovejoy ha detto...

Appena visto. Bel film sul serio. ;)

Anonimo ha detto...

spike lee è di new york, e orgogliosissimo di esserlo...
e' il mio regista preferito da sempre, ma in questo film, che trovo abbastanza banale e troppo americano convenzionale, non ci riconosco nemmeno una virgola del suo stile..
Sw
www.sw.splinder.com