19 maggio 2006

Arriva l' I-Comedy

di Ferdinando Carcavallo

The last kissDopo il J-Horror, il filone orrorifico hollywoodiano di ispirazione nipponica (The ring, Dark Water e The Grudge), ecco che si sta imponendo negli USA la nuova tendenza a realizzare remake di film italiani. Per lo più si tratta di commedie recenti.
Tony Goldwyn ha già girato il remake de L'ultimo bacio di Muccino (The Last Kiss con Zack Braff) e Norman Jewison sarà alle prese con Pane e Tulipani di Soldini (Bread and Tulips), mentre Kirk Jones quasi sicuramente adatterà al contesto statunitense il viaggio di Mastroianni di Stanno tutti bene di Giuseppe Tornatore. In cantiere, poi, ci sono altri progetti, come il Manuale d'amore di Veronesi e Io non ho paura, che nello specifico non sarebbe un remake del film di Salvatores ma un secondo adattamento del romanzo di Niccolò Ammaniti. Speriamo che questa operazione di make-up abbia lo stesso effetto che si è avuto per il cinema orientale, ossia quello di far riscoprire gli originali al pubblico mondiale, mentre ci auguriamo che come effetto collaterale gli studios facciano quello che in Italia non si riesce a fare mai decentemente, ossia portare sugli schermi opere letterarie che sembranio scritte appositamente per diventare dei film, come Vengo e ti porto via dello stesso Ammaniti o Castelli di Rabbia di Baricco, il cui Seta è già un film per merito del francese Francois Girard.

4 commenti:

Jiro ha detto...

Il remake di Muccino spero sia ormai finito, è da anni che lo stanno girando, la foto che hai postato tu circola dall'estate scorsa, o che sia le tournage più lungo della storia?

Kinemazone ha detto...

Sì, vabbè Jiro...ma non c'è fretta. Si prendano pure tutto il tempo che vogliono.

BenSG ha detto...

Eh già, siamo proprio un popolo di grandi soggettisti...

BenSG

P.S. Ma di "Vacanze a Miami" niente remake..? ;o)

Kinemazone ha detto...

Come no...pare che De Laurentiis abbia già contattato l'amico Cronenberg.